Organizza la tua vacanza in Puglia 2017
e cogli al volo le migliori offerte!
+ 39 0836 1968017


faq  Faq
Contatta lo Staff di NonSolosalento  Contattaci
Prenota Sereno la tua vacanza  Prenota Sereno
Come Prenotare la tua vacanza  Come Prenotare
PREFERITI

Poesie in dialetto leccese

Fai un preventivo immediato

Poesie in dialetto leccese

POESIA IN DIALETTO LECCESE SCRITTA DA GIMEN


In questa sezione troverai due poesie scritte da un salentino DOC (anche se vive al nord!) un nostro affezionatissimo utente che ci segue e ci invia sempre tanti suggerimenti e consigli.

La prima di queste poesie è dedicata ad una fanciulla, alla quale, passeggiando per le vie di Lecce, si cerca di strappare teneri baci.

Nella seconda poesia in nostro autore ricorda e rivive una passeggiata romantica per le vie di Lecce, nel mese di Maggio legata al primo bacio...

__________________________________________________________


......a nna Fringuella

Me rrecordu carusu, quand'era
ca a Llecce squassati camenandu se scia.
Pe' 'nna beddra piccinna, moretta e sincera
lu core d'amore 'mpacciutu battia

Era elegante, bellissima, gentile
studià 'llu Maggistrale,
e, comu 'gne studente 'nnamuratu,
scia lla spettu 'gne ggiurno, nfrezzulatu
(via Guglielmotto d'Otranto, nc'era nna funtanella, si......... propriu ddrhai)

Tiscutiamu le cose te scola, mmescate
'lli senni d'amore, li cchiu' belli.
'Nna soru, 'nn'amicu, nu mberanu nienti,
te nanzi a st'amore, 'sti sentimenti.

Ni uardavamu 'ntru l'ecchi?
Nnu discorsu tuttu era fattu.
Passeggiandu ni teniamu pe manu?
e le malincunie tutte ni passaanu.

E lli Asi........, ah! e cce asi,
tenneri, felici te le ure cchiu' sincere.
Cecu cu s t'amore su statu,
lu veru amore e, laggiu lassatu.

Sciù rriaru, disgrazzia noscia,
'nnu ggiurnu niuru e maru,
Ni separau lu destinu,
me nde sci ffatiu luntanu.

Nu sacciu mancu ieu stessu,
quiddru ca m'ha successu.
Nu sacciu comu l'aggiu ddire,
forse me mancau lu ulire
(volere~volonta')

La luntananza, lu curaggiu ccite.
Nisciunu me ttruai vicinu
mme tica, mme ndirizza
cu nnu tte lassu scire.

E penzare, ca pe manu nnu fiuru tenia,
e quandu parla'? Fiuri semenandu scia.
Scunsideratu fuei e, te lassai,
la cchiu' bella rosa te la vita mia, lla fenescia bbandunai.

Basta cchiutu l'ecchi ppenzu,
la usce ntru lle ricchie ncora sentu.
Parlaa? Ricami tessia te vellutu
morbidu, vita, oru luce e argentu.

Lu suspiru dusce, le carezze.........te ddru momentu.
(alla ex G:I:L !!! rretu a S.Luiggi...)
Fiuri delicati, rose, papaveri e frumentu
(alla scola di via Stalingrado)
La manu soa leggera nun c'è cchiui,
m'ha rrumastu sulu lo tormantu.

(Nu capì ca la primavera eri pe mmie,
t'aggiu persa 'ntru 'llu jentu)

Huei!, Ca teice anni d'amore su stati.
e ci se l'ha scerrati.
Drha passione, dr'impetu, dru fuecu
e,.......tuttu quiddrhu ci n'ia ttutti ddoi cunzumati.

'Nna traccia però 'ntru llu core a segnu resta.
'Nnu sfreggiu c'a perenne segnu stae,
trista e severa, pe' l'anima pentuta,
cu mpara e, cu crisce rresoluta.

'Ncora moi se nci penzu, 'ntru lla mente isciu
Amore, le cose toi, le cchiu' dusci
le manu, li furmini te l'ecchi, lu fuecu, li musi
(ex labbra, licenza docet)
e, comu fuecu, pe ssempre me strusci.

Gimen
14/05/1970


Lu primu asu 20/05/1953 (pe lli ciucci = il Primo bacio)

Passeggiandu, timidi tutti ddoi
nna espera te Maggiu,
pe manu ni teniamu e, rretu
llu Teatru Massimo, me fici curaggiu.

Stiamo all'urtimu scalinu,
nde scisi unu e dissi:
"t'aggiu ffare nnu regalu, chiuti l'ecchi",
nu parlasti e, teneramente, cussì facisti.

Lluci, eri tutta nnu splendore,
'lli libbri suttarazzu, sti nnanzi a mmie,
'llu scalinu cchiù bbautu te mentisti,
si, perce' bbiessi ulì, quantu a mmie.

Leggera sfumatura colorata,
appena me vvicinai,
nn'alitu delicatu ntisi e, comu lu jentu.......
cu nnu tenneru asu, te sfiorai.

Foose la gioia, l'emozione te lu certu amore,
lu profumu te la primavera 'vverti'
e, comu a quiddrha te dhru pittore...
fiuri, te ddhru sorrisu, semenandu sci.

Turnati moi, sempre 'llu stessu postu:
-Te rrecuerdi? Nisciunu ni canuscia,
trasemmu ntru stu purtune, comu allora,
li primi de lu 2000, ddhu te fici la fotografia.
(primo ritorno dopo 40/anni 27/08/2000)

Sembra nna data storica.
(20/05/1953)
A Iddhru era te Fine                            
(5/05/1821)
a nnui te principiu e,
ncora nu ttruamo confine.


Gimen
10-11/02/2010

Info Puglia e Salento



Mostra toolbar
   Hai bisogno di un preventivo? Chiamaci al + 39 0836 1968017 oppure clicca qui!